Il “Bosco delle Penne Mozze”, situato nella Valle di San Daniele a Cison di Valmarino (TV), è il memoriale di tutti gli alpini Caduti o morti a causa di servizio nati nella provincia di Treviso. Essi sono ricordati singolarmente con una stele ed un albero per un totale oggi complessivo di 2403, le ultime due messe a dimora il 1.09. 2013.

86891541

 

Il “Bosco” si sviluppa su una superficie di 15.956 mq. in aree delimitate da quindici sentieri, intestati alle 15 Medaglie d’Oro al V. M. alpine trevigiane, aree nelle quali sono collocate le stele suddivise per guerre e raggruppate per i Comuni di nascita dei Caduti.

 

Ogni stele riporta: nome e cognome, data e luogo di nascita, reparto di appartenenza, luogo e data della morte del Caduto ricordato.

Le stele non sono fatte in serie, pur essendo diverse una dall’altra osservano la medesima entità, sono uguali per il Decorato al Valore come per il Caduto di stenti in prigionia, Penne bianche o Penne nere sono affratellate indistintamente.

p002_1_31

L’elemento decorativo di ogni stele è identificabile come scheggia di granata a forma di croce; la scheggia che mozzò la penna dell’Alpino. Ad altri appare come una figurazione di rocciose pareti alle quali lo scultore si è effettivamente affidato.

            Tutte le stele, i cippi e quanto collocato sino al 2 settembre 2012, ad eccezione della “Madonna delle Penne Mozze” creata dallo scultore Marcello Cagnato, sono opera dell’artista del ferro trevigiano Simon Benetton. Le ultime due, sono il lavoro di “un garzone della sua bottega”.

 

s-F1T2I9EoBe1156Tn802E

Dal 1 settembre 2002 il Bosco è stato “aperto” anche a tutti i Caduti Alpini italiani permettendo alla Sezioni ANA di apporre, in loro memoria, sull’”Albero del ricordo” una “foglia” con inciso il nome della Sezione. Al 6.09.2015 le Sezioni presenti sono 40.

Annunci